La storia del Rinnovamento Carismatico Cattolico - don Beppino Cò

don Beppino Cò
Vai ai contenuti

Menu principale:

La storia del Rinnovamento Carismatico Cattolico

Rinnovamento Carismatico cattolico


TUTTO E' INCOMINCIATO COSI'

II Rinnovamento Carismatico Cattolico si caratterizza soprattutto per un'esperienza, talvolta straordinaria, dell'Effusione dello Spirito Santo, che porta spesso tra gli altri frutti alcuni carismi, come quelli vissuti all'inizio della Chiesa (vedi 1 a Lettera ai Corinti 12) e anche una relazione personale profonda con Gesù, unitamente a un cambiamento radicale e duraturo nella vita cristiana.
Quella che viene considerata come la prima Effusione dello Spirito Santo nella storia del Rinnovamento Carismatico, è datata 1906: è successo in una piccola chiesa di ferventi Battisti, situata in "Azusa Street", composta da neri.
Il pastore protestante William Seymour, un uomo molto semplice e senza una grande istruzione, faceva pregare i fedeli della sua Chiesa, perché fosse rinnovato in loro il dono della Pentecoste. Lo Spirito Santo è sceso con forza su quei fedeli, dopo tre giorni di digiuno e di intensa preghiera.
Da quel momento, molte persone continuavano a riempire sempre di più quella Chiesa , anche se il pastore Seymour avrebbe preferito non avere tutta quella pubblicità in un ambiente dove spesso capitava che i neri fossero linciati dai bianchi
Da quella Chiesa di "Azusa Street" il Rinnovamento Carismatico è entrato in altre denominazioni protestanti tradizionali che sistematicamente venivano espulse dalla loro Chiesa madre. Sono così nate le Chiese Pentecostali e altre Chiese senza una denominazione specifica.
Negli anni 60, i membri delle Chiese Protestanti tradizionali erano talmente numerosi a vivere la stessa esperienza di Spirito Santo che alla fine non avevano più nessun problema a restare nelle loro rispettive Chiese, visto che il dono ricevuto li fortificava nella loro appartenenza ecclesiale.
Questa tappa ha segnato un grande passo nella storia del Rinnovamento Carismatico.
Da parte cattolica, nel 1962, il Papa Giovanni XXIII convocava un Concilio Ecumenico e chiedeva a tutta la Chiesa di pregare per una nuova Pentecoste.
Nel mese di febbraio 1967, un piccolo gruppo di studenti dell'università cattolica di Duquesne (Indiana- USA) scelse di fare insieme un ritiro spirituale.
L'Università, allora una delle più povere degli Stati Uniti, si chiamava "Università di Nostra Signora" ed era stata fondata nel XIX secolo da alcuni sacerdoti della Congregazione dello Spirito Santo (Spiritani). L'emblema dell'Università era il seguente: "E' LO SPIRITO CHE DA LA VITA".
Questi studenti, che erano già in contatto con alcuni gruppi di Pentecostali, si sforzavano di capire meglio l'esperienza della Pentecoste e pregavano per ricevere con abbondanza il dono dello Spirito Santo.
Una di quei giovani, Patty Mansfield, ricorda:"II sabato sera durante quel ritiro spirituale, mentre stavamo festeggiando il compleanno di un altro giovane, sono entrata nella cappella dell'Università e mi sono inginocchiata davanti al SS. Sacramento. In quel momento sono stata afferrata da un grande timore e grande rispetto verso la maestà e la santità di Gesù Eucaristia e nello stesso tempo sentivo che dovevo continuare a pregare". Allora Patty offre tutta la sua vita a Dio senza condizioni. In meno di un'ora tutti gli studenti si sono trovati in cappella. Ricorda Patty :"Alcuni alzavano le mani e pregavano con intensità per la prima volta nella loro vita. Altri erano traboccanti di gioia.
Altri studenti piangevano. Altri bruciavano dal desiderio di lodare Dio senza trovare le parole adatte...".
Subito, uscendo da quella cappella, quegli studenti incominciarono a raccontare la loro esperienza ad altri studenti. Così il Rinnovamento Carismatico Cattolico ha incominciato a espandersi a macchia d'olio.
Ancora oggi l'esperienza dell'Effusione dello Spirito Santo permette di costruire dei ponti fra le varie denominazioni protestanti e cattoliche, pur restando ognuno ancorato nella propria Chiesa di origine. Oggi il Rinnovamento Carismatico Cattolico collabora per realizzare la preghiera di Gesù:"Padre, che tutti siano uno".
Come? Dio solo lo sa. Il nostro impegno è quello di restare fedeli allo Spirito Santo e alla Chiesa, per accelerare l'avvento del Regno di Dio.

Don Beppino Cò
Torna ai contenuti | Torna al menu